Pesticidi “ammazza-api”, Bruxelles annuncia il pugno duro. Ma le ong protestano

Secondo Euractiv, la Commissione europea sarebbe pronta a bloccare le autorizzazioni ai neonicotinoidi concesse da due Paesi in barba alle richieste dello stesso esecutivo comunitario

La Commissione europea è pronta a usare un'arma mai utilizzate in passato pur di impedire a due Stati membri di concedere l'autorizzazione al commercio dei 3 neonicotinoidi, particolari pesticidi molto usati in agricoltura, che sono stati messi a bando dall'Ue. E' quanto emerge da una lettera, visionata da Euractiv, che il commissario alla Salute Vytenis Andriukaitis ha inviato ad alcune ong.

Secondo quanto si apprende, ci sarebbero quattro Stati membri dell'Ue che continuano a usare autorizzazioni di emergenza per aggirare lo stop richiesto da Bruxelles al commercio di tre neonicotinoidi (imidacloprid e clothianidina prodotti dalla Bayer e il tiamethoxam di Syngenta), considerati tra le principali cause della moria di api, la cui diminuzione potrebbe provocare grossi danni all'agricoltura e alla biodiversità...continua a leggere su agrifoodtoday.it.


Fonte - http://www.agrifoodtoday.it/

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi