Microplastica nelle bottiglie d’acqua: allarme contaminazione

L’Organizzazione mondiale sanità apre indagine: uno studio coinvolge 11 marchi tra i più famosi in nove Paesi. Trovate 315 particelle per litro, con un picco di 10 mila.

A questo punto anche l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) vuole vederci chiaro. La microplastica è ampiamente diffusa nelle bottiglie d’acqua in Pet (polietilene tereftalato), come ha dimostrato un’analisi condotta dalla State University di New York per conto del progetto giornalistico Orb Media. I ricercatori hanno analizzato 259 bottiglie di undici marchi tra i più famosi del mondo, in 19 località di nove nazioni e i risultati sono stati allarmanti. Eccetto 17 campioni, in tutti gli altri sono state trovate microplastiche con una concentrazione media di 314,6 per litro, ma con punte fino a oltre 10 mila. Per le particelle di 100 micron (0,1 millimetri) di dimensione la concentrazione è risultata di 10,4 per litro. Contattati dai giornalisti di Orb Media, due degli undici marchi esaminati hanno ammesso che i loro prodotti contengono microparticelle di plastica, ma che lo studio presenta numeri esagerati. Gli altri non hanno risposto.

Continua a leggere l'articolo su www.corriere.it


Fonte - www.corriere.it

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi