Muffe buone e cattive

Classificate nel regno dei funghi, insieme ai lieviti e a quei prodotti della natura che andiamo a raccogliere nei boschi le muffe comprendono alcune specie innocue che ci consentono di gustare certi formaggi, come quelli a crosta fiorita (brie, camembert), e ancora gli erborinati, quali gorgonzola, blu di capra e roquefort. “Questi ultimi presentano nella pasta colonie di muffe che si palesano sotto forma di venature color verde, grigio o blu”. Prodotti  sicuri, sì, ma non per tutti: “Per i soggetti allergici alle muffe alimentari è assolutamente sconsigliato il consumo di prodotti erborinati; conviene che essi non entrino in alcun modo in contatto con qualsiasi alimento che abbia anche un solo accenno di presenza fungina” raccomanda l'esperta.

pdf_icon- scarica il pdf

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi