BIRRA ARTIGIANALE: TUTELA DELLA QUALITA’

BIRRA ARTIGIANALE: TUTELA DELLA QUALITA'

di Elga Baviera

Settore di nicchia, ancora, ma con grandi prospettive di crescita.

La diffusione e il consumo delle birre artigianali sta diventando un fenomeno sempre più importante, non una mera moda, ma un’evoluzione del gusto, un’attenzione alla qualità, una condizione legata spesso alle abitudini culturali e alle caratteristiche del luogo.

Non è il prodotto standardizzato tipico della società dei consumi, è una riflessione, un approfondimento, da scoprire e riscoprire ogni volta, da valorizzare magari con il giusto accostamento gastronomico.

Per tale motivo l'Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e della Repressione Frodi (ICQRF) ha firmato un accordo di collaborazione con l'Associazione Unionbirrai, associazione di categoria che riunisce i Piccoli Birrifici Indipendenti Italiani (PBII) produttori di "Birra artigianale".

L’obiettivo dell’accordo è tutelare la birra artigianale così come definita dalla legge 154/2016 (art.35):

Si definisce birra artigianale la birra prodotta da piccoli birrifici indipendenti e non sottoposta, durante la fase di produzione, a processi di pastorizzazione e di microfiltrazione”, segnalando anche gli abusi nell’utilizzo della denominazione “Birra artigianale”.

Le principali differenze riguardano quindi la pastorizzazione e la filtrazione, aspetti questi del processo produttivo che aiutano a prolungare la shelf life (pastorizzazione) e a chiarificare (microfiltrazione) la birra, ossia renderla più limpida.

La birra artigianale non pastorizzata e possibilmente non filtrata contiene invece gran parte delle sue componenti naturali che contribuiscono a dare corpo, sapore e aroma al prodotto finale. Oltre a ciò altri aspetti concorrono al risultato finale, come la scelta della materia prima. Il malto coltivato ad esempio non è tutto uguale, il tipo di orzo (cereale ricco in composti fitochimici e sostanze nutritive) e il relativo periodo di acquisto risultano fondamentali. L'utilizzo del luppolo (ricco in tannini), pianta con fiori molto aromatici che conferiscono alla birra il tipico sapore amaro più o meno intenso, ma anche la giusta durezza dell'acqua o la tostatura,  i lieviti che daranno origine ad diversi tipi di fermentazione.

Alla luce del notevole successo che sta riscuotendo la birra artigianale in Italia, con questa collaborazione, il Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo intende valorizzare e riconoscere tutte le realtà grandi e piccole della filiera, promuovere i produttori italiani e sensibilizzare i consumatori di fronte alle eccellenze del nostro Paese.”


© Produzione riservata

Dr.ssa Elga Baviera
Biologa - Esperta in Sicurezza degli Alimenti
Co-founder dello Studio ABR - www.alimentiesicurezza.it

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi