Alla scoperta dei pesci dop

Un italiano su tre viaggia per scoprire le eccellenze agroalimentari del territorio. Lo rivela il “Primo Rapporto sul turismo enogastronomico”, condotto dall’Università degli Studi di Bergamo insieme alla World Food Travel Association. Tra le specialità Dop (a denominazione d’origine protetta) da assaporare non ci sono solo formaggi, salumi, oli, vini, ortaggi, ma anche pesci e molluschi.

BUONI E SUPERCONTROLLATI
I loro pregi? «Sono di qualità superiore non solo dal punto di vista del sapore, ma anche in termini di sicurezza, perché ottenuti secondo regole stabilite dai disciplinari di produzione e tutelati a livello europeo da controlli severi», commenta il dottor Oscar Luciano Atzori, biologo esperto in sicurezza degli alimenti e in tutela della salute.

Continua a leggere l'articolo pubblicato su Starbene

I commenti sono chiusi