A NATALE COMBATTIAMO LO SPRECO ALIMENTARE

A NATALE COMBATTIAMO LO SPRECO ALIMENTARE
FACENDO UNA “SPESA INTELLIGENTE”

di Sabina Rubini

Nelle prossime settimane le nostre tavole si animeranno accogliendo parenti ed amici, ma soprattutto saranno imbandite per le festività natalizie rischiando di essere un po’ troppo cariche di alimenti.

Perché si sa, la frenesia natalizia porta spesso i consumatori ad acquistare non solo i regali, ma anche tanto cibo che ci si rende conto, solo in un secondo momento, non essere effettivamente necessario.

Proprio per quanto detto, e perché uno spreco di cibo vuol dire intaccare le nostre tasche, dovremmo essere più accorti a che non ci sia anche quest’anno il tanto temuto spreco alimentare, di cui i media riportano i dati in questo periodo.

COME FARE?

Semplice, applicando alcune piccole regole che renderanno i nostri acquisti intelligenti e le nostre festività ben organizzate.

Prima di tutto impariamo a pianificare la spesa. Prima di uscire è importante controllare la nostra dispensa e il frigorifero, stilare una lista della spesa e solo allora dirigersi verso il supermercato. Sperando che i nostri acquisti si attengano a quanto scritto … e non si venga attratti troppo dal marketing di vendita.

 

Non lasciamoci abbindolare dalle offerte 3x2 che appaiono più operazioni algebriche che vere e proprie indicazioni di acquisto, tenendo presente che gli alimenti acquistati saranno tanti e tenderanno a scadere tutti nello stesso periodo, rischiando così di non consumarli nei tempi indicati col rischio di buttarli.

Privilegiamo quando possibile i prodotti locali, regionali e nazionali o comunque prodotti provenienti da Paesi che siamo sicuri e regolamentati da norme igieniche-sanitari rigorose. Regola da rispettare anche in casi di prodotti acquistati nei mercatini natalizi, che di questo periodo si ama tanto visitare.

La qualità in ambito alimentare ha un costo! Quindi non scordiamo che è difficile, se non impossibile, acquistare alimenti a prezzi bassi pretendendo che gli stessi siano di alta qualità. Se prediligiamo la qualità allora compriamo meno, sicuri di comprare meglio.

Prima di acquistare controlliamo le date di scadenze per valutare la durata degli alimenti freschi e più deperibili. Consideriamo che esistono alcuni alimenti che possono essere consumati anche dopo la data indicata, ma soprattutto conserviamo gli alimenti, verificandone l’idonea chiusura e secondo le indicazioni fornite dai produttori che sono riportate sugli imballaggi. Questo ci aiuterà a far si che gli alimenti possano alterarsi con più difficoltà.

E se proprio, nonostante la nostra ferrea organizzazione, ci rendessimo conto di non riuscire a trattenerci negli acquisti e a fine cena dovessimo scoprire che il cibo avanzato è tanto, niente paura! I cibi cotti in quella giornata si potranno sempre congelare, in contenitori idonei e apponendo su questi data e nome del contenuto, per permetterci di consumarli nei giorni a venire, o possiamo sempre acquistare delle belle buste colorate e natalizie e perché no, far uscire gli ospiti dalle nostre case con delle doggy bags a tema … certamente felici e riconoscenti!

Un augurio di Buone Feste a tutti voi!


© Produzione riservata

Dr.ssa Sabina Rubini
Biologa ed Esperta in Sicurezza degli Alimenti - Consulente Aziendale
Co-founder Studio ABR - www.alimentiesicurezza.it

Seguici su Facebook e Twitter

I commenti sono chiusi