Il 2018 l’anno del Cibo italiano

IL 2018
L’ANNO DEL CIBO ITALIANO

di Sabina Rubini

Dal mese di gennaio si darà il via ad una serie di manifestazioni, iniziative ed eventi legati alla cultura e alla tradizione enogastronomica dell’Italia, promossa dai Ministeri delle politiche agricole alimentari e forestali e dei beni culturali che anno proclamato, mediante i loro illustri portavoce, il 2018 anno nazionale del cibo italiano.

Un anno nel quale l’Italia si impegna a valorizzare ancor di più la stretta relazione esistente tra cibo, arte e paesaggio, da sempre le tre migliori attrazioni del nostro bel Paese, nel quale come dichiarato da Maurizio Martina “l'esperienza agroalimentare nazionale torna ad essere protagonista in maniera diffusa in tutti i territori”.

Punti chiave di questo progetto saranno: la valorizzazione dei riconoscimenti Unesco legati al cibo, primo fra tutti l’intramontabile Dieta Mediterranea; il sostegno alle già avviate candidature del Prosecco e dell’Amatriciana; l’attivazione di iniziative che mediante il coinvolgendo dei paesaggi rurali storici si pone l’obiettivo di  promuovere l’attività delle filiere agroalimentari.

 

Immancabile infine un focus per la lotta agli sprechi alimentari, argomento che in questo momento storico risulta di grande attualità.

Un modo utile insomma non solo a sottolineare i successi economici del settore agroalimentare dello scorso 2017, ma che vede dopo l’anno nazionale dei cammini promosso nel 2016 e l’anno nazionale dei borghi nel 2017, la nascita nel 2018 dei distretti del cibo, che ci si augura risulterà un successo… tanto quanto i suoi due predecessori.

Allora non resta che augurare un Buon 2018 al buon cibo italiano!


© Produzione riservata
Dr.ssa Sabina Rubini
Biologa ed Esperta in Sicurezza degli Alimenti
Consulente Aziendale

Co-founder Studio ABR - www.alimentiesicurezza.it

I commenti sono chiusi