Regno Unito: livelli di arsenico oltre le soglie negli alimenti per neonati

Il 4 maggio scorso è apparso sulla rivista scientifica PLOS One uno studio condotto dai ricercatori dell’Institute for Global Food Security del Queen’s University a Belfast che riportava risultati allarmanti quanto alla presenza di elevati livelli di arsenico riscontrati in diversi alimenti per bambini nel Regno Unito. Gli scienziati hanno confrontato il livello di arsenico nei campioni di urina fra i neonati che erano stati allattati al seno e quelli alimentati artificialmente, prima e dopo lo svezzamento. Il risultato è che questi ultimi hanno mostrato maggiori concentrazioni di arsenico, in particolare fra coloro che erano stati nutriti con alimenti ricchi di riso, consigliati ai neonati con esigenze dietetiche come l’intolleranza al grano o ai latticini. Quasi la metà dei prodotti alimentari a base di riso sono risultati contenere livelli illegali di arsenico inorganico nonostante le nuove normative fissate dall’UE. Inoltre, il processo di svezzamento ha aumentato di circa cinque volte l’esposizione dei bambini all'arsenico rispetto ai livelli riscontrati prima dello svezzamento. Un dato che evidenzia secondo gli autori il chiaro legame tra i prodotti a base di riso e l’esposizione all'arsenico.


Fonte - www.oggiscienza.it

I commenti sono chiusi