Tassifolina per tutti o quasi…

TASSIFOLINA PER TUTTI O QUASI…

di Luciano O. Atzori

Il mondo vegetale non finisce mai di regalarci piacevoli e salutari sorprese: ci dona moltissime vitamine, sali minerali, antiossidanti e tanto altro.

Erroneamente l’uomo pensa di conoscere molto bene i vegetali poiché ne regola i cicli e le produzioni delle cultivar utilizzate in agricoltura. In realtà c’è ancora molto da scoprire…

Grazie a specifiche ricerche scientifiche, ogni tanto, salta fuori una nuova sostanza dagli affascinanti benefici e si cerca di impiegarla per l’alimentazione umana. In realtà spesso accade che alcune popolazioni adoperano dei preparati ricavati dalla locale vegetazione, conoscendone da generazioni le proprietà, ma senza però saper attribuire un nome alle sostanze che determinano tali virtù. E qui interviene la scienza che dopo anni di studi riesce a individuare le molecole e ad assegnargli un nome e precisi benefici.

Nel 2010 una società del Regno Unito, a seguito di specifici studi, ha fatto domanda per poter immettere sul mercato dell’Unione Europea l’estratto ricco in Tassifolina (trans (2R, 2R) diidroquercetina – C15H12O7) ricavato dal legno di Larix gmelini (Larice della Cina nordorientale) conifera che può arrivare anche a parecchi metri di altezza.

Quest’estratto contiene circa il 90% di Tassifolina, il 3% di Aromadendrina (flavonolo con azione antinfiammatoria), lo 0,2% di Eriodictiolo (flavanone importante per la vitamina P), lo 0,4% di Quercetina (flavonoide con proprietà antinfiammatorie e antiossidanti in grado di contrastare l’attività dei radicali liberi), Naringenina (flavanone antiossidante, antinfiammatorio, modulatore del sistema immunitario, ecc.), Kaempferolo (flavonolo antiossidante in grado di ridurre lo stress ossidativo che, secondo alcuni studi, può ridurre il rischio di insorgenza di alcuni tumori), Pinocembrino (flavonoide antiossidante che, secondo un recente studio cinese, pare che possa essere utile nel contrastare alcune patologie neurologiche tipiche della vecchiaia) e l’1-3% di flavononi non identificati.

A seguito dell’iter positivo della domanda fatta dalla società del Regno Unito e al parere positivo dell’EFSA del 14 febbraio 2017, in merito alla sicurezza per l’uomo dell’estratto ricco in Tassifolina, nel mese di novembre 2017 è stata autorizzata l’immissione sul mercato UE di questo estratto per gli integratori alimentari (come definiti dalla Direttiva 2002/46/CE) destinati alla popolazione generale (con tenore massimo di 100 mg/giorno) esclusi gli integratori alimentari destinati ai lattanti, ai bambini nella prima infanzia, ai bambini e adolescenti di età inferiore ai 14 anni grazie alla Decisione di esecuzione n. 2079 del 10.11.2017.

Grazie ad un nuovo parere positivo dell’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) del 25.10.2017, come nuovo alimento per i prodotti lattiero-caseari, prodotti a base di cioccolato e nelle bevande analcoliche, il 21.03.2018 è stato pubblicato nella G.U.U.E L78 (Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea) il recentissimo Regolamento di esecuzione (UE) 2018/461 che, dal 10 aprile 2018, autorizzata l’estensione dell’uso dell’estratto ricco in Tassifolina anche ad alcuni prodotti alimentari quali:

  • Yogurt bianco e yogurt alla frutta (livello massimo di 0,020 g/Kg);
  • Chefir (livello massimo 0,008 g/Kg)
  • Latticello (livello massimo 0,005 g/Kg)
  • Crema (liv. max 0,070 g/Kg)
  • Crema acida (liv. max 0,050 g/Kg)
  • Formaggio (liv. max 0,090 g/Kg)
  • Burro (liv. max 0,164 g/Kg)
  • prodotti a base di cioccolato (liv. max 0,070 g/Kg)
  • e Bevande analcoliche (liv. max 0,020 g/l)

destinati alla popolazione in generale esclusi i lattanti, i bambini nella prima infanzia e i bambini sino ai 9 anni.

Se l’estratto ricco in Tassifolina viene utilizzato nei prodotti lattiero-caseari non deve sostituire, totalmente o parzialmente, uno qualsiasi dei costituenti del latte.

Il forte interesse per l’estratto ricco in Tassifolina è dovuto al fatto che questa sostanza, e il mix di antiossidanti contenuti nell’estratto, svolgono un’azione antiossidante e protettiva sul sistema vascolare oltre, alle dosi indicate dalla norma, a non essere rischiosi per la salute umana. Insomma pare che questo estratto sia un mix di salute!

In definitiva a brevissimo, girando tra gli scaffali refrigerati della GDO (Grande Distribuzione Organizzata), potremo trovare molti prodotti lattiero-caseari come yogurt, formaggi e burro con la dicitura tra gli ingredienti “Estratto ricco in Tassifolina”. Non spaventiamoci dunque perché non si tratta di un additivo alimentare bensì di un nuovo alimento che, se consumato nelle dovute concentrazioni, può farci del bene.

DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2017/2079 DELLA COMMISSIONE

del 10 novembre 2017 che autorizza l'immissione sul mercato dell'estratto ricco in tassifolina quale nuovo ingrediente alimentare a norma del regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo e del Consiglio

LA COMMISSIONE EUROPEA

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 gennaio 1997, sui nuovi prodotti e i nuovi ingredienti alimentari (1), in particolare l'articolo 7,

considerando quanto segue:

(1) Il 23 agosto 2010 la società Ametis JSC ha presentato all'autorità competente del Regno Unito una domanda di immissione sul mercato dell'Unione dell'estratto ricco in tassifolina di legno di Larix gmelinii (Rupr.) Rupr. quale nuovo ingrediente alimentare ai sensi dell'articolo 1, paragrafo 2, lettera e), del regolamento (CE) n. 258/97. La domanda riguarda l'impiego dell'estratto ricco in tassifolina negli integratori alimentari destinati alla popolazione in generale, esclusi i lattanti, i bambini nella prima infanzia, i bambini e gli adolescenti di età inferiore a 14 anni.

(2) Il 2 settembre 2011 l'autorità competente del Regno Unito ha presentato una relazione di valutazione iniziale, nella quale ha concluso che l'estratto ricco in tassifolina soddisfa i criteri relativi ai nuovi ingredienti alimentari di cui all'articolo 3, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 258/97.

(3) Il 20 settembre 2011 la Commissione ha trasmesso la relazione di valutazione iniziale agli altri Stati membri.

(4) Altri Stati membri hanno formulato obiezioni motivate entro il termine di 60 giorni di cui all'articolo 6, paragrafo 4, primo comma, del regolamento (CE) n. 258/97.

(5) Il 5 dicembre 2012 la Commissione ha consultato l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) chiedendo una valutazione complementare dell'estratto ricco in tassifolina quale nuovo ingrediente alimentare a norma del regolamento (CE) n. 258/97.

(6) Il 14 febbraio 2017 l'EFSA, nel suo parere scientifico sulla sicurezza dell'estratto ricco in tassifolina quale nuovo prodotto alimentare a norma del regolamento (CE) n. 258/97, ha concluso che l'estratto ricco in tassifolina è sicuro per gli usi e i livelli di uso proposti.

(7) Tale parere offre una base sufficiente per stabilire che, in relazione agli usi e ai livelli di uso proposti, l'estratto ricco in tassifolina soddisfa i criteri di cui all'articolo 3, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 258/97.

(8) La direttiva 2002/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio stabilisce prescrizioni per gli integratori alimentari. L'uso dell'estratto ricco in tassifolina dovrebbe essere autorizzato fatta salva tale direttiva.

(9) Le misure di cui alla presente decisione sono conformi al parere del comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE

 Articolo 1

Fatta salva la direttiva 2002/46/CE, l'estratto ricco in tassifolina quale specificato nell'allegato I della presente decisione può essere immesso sul mercato dell'Unione quale nuovo ingrediente alimentare da utilizzare negli integratori alimentari destinati alla popolazione in generale, esclusi i lattanti, i bambini nella prima infanzia, i bambini e gli adolescenti di età inferiore a 14 anni ai tenori massimi stabiliti nell'allegato II della presente decisione.

Articolo 2

La denominazione dell'estratto ricco in tassifolina autorizzato dalla presente decisione per l'etichettatura dei prodotti alimentari è «estratto ricco in tassifolina».

Articolo 3

Ametis JSC, 68, Naberezhnaya St., Blagoveshchensk, Amur District, Russia 675000 è destinataria della presente decisione.

ALLEGATO I

ALLEAGTO II

Fatto a Bruxelles, il 10 novembre 2017
Per la Commissione
Vytenis ANDRIUKAITIS
Membro della Commissione

REGOLAMENTO di ESECUZIONE (UE) 2018/461

della COMMISSIONE del 20 marzo 2018  che autorizza un'estensione dell'uso dell'estratto ricco in tassifolina quale nuovo alimento a norma del Regolamento (UE) 2015/2283 del Parlamento europeo e del Consiglio e che modifica il Regolamento di esecuzione (UE) 2017/2470 della Commissione

LA COMMISSIONE EUROPEA

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (UE) 2015/2283 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, relativo ai nuovi alimenti e che modifica il regolamento (UE) n. 1169/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio e abroga il regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo e del Consiglio e il regolamento (CE) n. 1852/2001 della Commissione, in particolare l'articolo 12,

considerando quanto segue:

(1) Il regolamento (UE) 2015/2283 dispone che solo i nuovi alimenti autorizzati e inseriti nell'elenco dell'Unione possono essere immessi sul mercato dell'Unione.

(2) A norma dell'articolo 8 del regolamento (UE) 2015/2283 è stato adottato il regolamento di esecuzione (UE) 2017/2470 della Commissione, che istituisce l'elenco dell'Unione dei nuovi alimenti autorizzati.

(3) A norma dell'articolo 12 del regolamento (UE) 2015/2283, la Commissione presenta una proposta di atto di esecuzione concernente l'immissione sul mercato dell'Unione di un nuovo alimento e l'aggiornamento dell'elenco dell'Unione.

4) Il 23 agosto 2010 la società Ametis JSC ha presentato all'autorità competente del Regno Unito una domanda di immissione sul mercato dell'Unione dell'estratto ricco in tassifolina di legno di Larix gmelinii (Rupr.) Rupr. quale nuovo ingrediente alimentare ai sensi dell'articolo 1, paragrafo 2, lettera e), del regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo e del Consiglio. La domanda riguardava l'uso dell'estratto ricco in tassifolina in integratori alimentari destinati a una popolazione di età superiore a 14 anni, nonché in bevande analcoliche, yogurt e prodotti a base di cioccolato per la popolazione in generale esclusi i lattanti, i bambini nella prima infanzia e i bambini fino a 9 anni.

(5) Il 13 dicembre 2016 l'EFSA ha adottato un parere scientifico sulla sicurezza dell'estratto ricco in tassifolina quale nuovo prodotto alimentare a norma del regolamento (CE) n. 258/97. Nel suo parere essa ha concluso che l'estratto ricco in tassifolina è sicuro per gli usi e i livelli d'uso proposti.

(6) La Decisione di esecuzione (UE) 2017/2079 della Commissione ha autorizzato, in conformità al regolamento (CE) n. 258/97, l'immissione sul mercato dell'estratto ricco in tassifolina di legno di Larix gmelinii (Rupr.) Rupr. quale nuovo alimento da utilizzare negli integratori alimentari destinati alla popolazione in generale, esclusi i lattanti, i bambini nella prima infanzia, i bambini e gli adolescenti di età inferiore a 14 anni.

(7) Il presente Regolamento di esecuzione riguarda gli altri usi e livelli d'uso per i quali il richiedente aveva chiesto l'autorizzazione. La Commissione ha avviato un'ulteriore valutazione prima di prendere una decisione definitiva sull'intero ambito di applicazione della domanda, per garantire che l'estratto ricco in tassifolina sia sicuro anche se consumato in forme diverse dagli integratori alimentari da lattanti, bambini nella prima infanzia e bambini di età inferiore a 9 anni.

(8) Il 3 maggio 2017 il richiedente è stato informato della richiesta complementare della Commissione all'EFSA e l'ha accettata. Con l'occasione il richiedente ha inoltre chiesto l'ulteriore estensione dell'uso e delle condizioni d'uso dell'estratto ricco in tassifolina per un uso quale nuovo alimento in prodotti lattiero-caseari destinati alla popolazione in generale, nonché l'inclusione, nelle informazioni relative alle specifiche del nuovo alimento, di una nuova denominazione chimica non presente nella domanda originale ma inclusa nel parere dell'EFSA del 2016. Per tali estensioni dell'uso il richiedente ha fornito ulteriori informazioni all'EFSA.

(9) Il 28 giugno 2017 la Commissione ha consultato l'EFSA chiedendole di effettuare un'ulteriore valutazione della sicurezza dell'estratto ricco in tassifolina nelle bevande analcoliche, nei prodotti a base di cioccolato e nei prodotti lattiero-caseari destinati a tutti i gruppi di popolazione.

(10) A norma dell'articolo 35, paragrafo 1, del regolamento (UE) 2015/2283, qualsiasi domanda di immissione sul mercato dell'Unione di un nuovo alimento, presentata da uno Stato membro a norma dell'articolo 4 del regolamento (CE) n. 258/97 e per la quale non è stata presa alcuna decisione definitiva entro il 1o gennaio 2018, è considerata una domanda a norma del regolamento (UE) 2015/2283.

(11) Il 25 ottobre 2017 l'EFSA ha adottato un parere scientifico sulla sicurezza dell'estratto ricco in tassifolina. Tale parere, sebbene elaborato e adottato dall'EFSA a norma del regolamento (CE) n. 258/97, è in linea con i requisiti di cui all'articolo 11 del regolamento (UE) 2015/2283.

(12) Il parere presenta motivazioni sufficienti per stabilire che l'estratto ricco in tassifolina, ove utilizzato come ingrediente in bevande analcoliche, prodotti lattiero-caseari e prodotti a base di cioccolato tenendo conto di tutti i gruppi di popolazione, è conforme all'articolo 12, paragrafo 1, del regolamento (UE) 2015/2283.

(13) Il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio stabilisce per il latte e i prodotti lattiero-caseari requisiti che si applicano all'estratto ricco in tassifolina ove utilizzato come ingrediente in prodotti lattiero-caseari. A norma dell'allegato VII, parte III, punto 2, l'estratto ricco in tassifolina non può essere utilizzato in prodotti lattiero-caseari per sostituire totalmente o parzialmente uno qualsiasi dei costituenti del latte. L'uso dell'estratto ricco in tassifolina quale nuovo alimento in prodotti lattiero-caseari deve quindi essere limitato di conseguenza.

(14) Le misure di cui al presente regolamento sono conformi al parere del comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi,

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO

Articolo 1

  1. La voce figurante nell'elenco dell'Unione dei nuovi alimenti autorizzati di cui all'articolo 8 del regolamento (UE) 2015/2283 riguardante la sostanza «estratto ricco in tassifolina» è modificata come specificato nell'allegato del presente regolamento.
  2. La voce figurante nell'elenco dell'Unione di cui al paragrafo 1 comprende le condizioni d'uso e i requisiti in materia di etichettatura indicati nell'allegato del presente regolamento.

Articolo 2

L'allegato del regolamento di esecuzione (UE) 2017/2470 è modificato conformemente all'allegato del presente regolamento.

Articolo 3
Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

ALLEGATO

Fatto a Bruxelles, il 20 marzo 2018
Per la Commissione Il presidente Jean-Claude JUNCKER

NOTE

Parere dell’EFSA del 25.10.2017 (https://www.efsa.europa.eu/en/efsajournal/pub/5059)


© Produzione riservata

Dr. Luciano O. Atzori
Biologo - Esperto in Sicurezza degli Alimenti e in Tutela della Salute
Divulgatore Scientifico – Consulente agroalimentare

Co-founder dello Studio ABR  -  www.alimentiesicurezza.it

I commenti sono chiusi